mercoledì 23 ottobre 2013

Scuola..

Non sono sparita.
Ho tanti pensieri e tanti post che mi frullano nella mente ma, manca il tempo.
Mi manca il tempo materiale per scrivere..








 vi vorrei parlare di scuola.. O si ..la mia spada di damocle fino a giugno.
Finirà anche la primaria prima o poi.

E poco più di un mese che è iniziata e già sono stracolma.. Stra piena e stufa.

La maestra e cambiata, e vi dirò che il primo incontro mi era piaciuta tanto.. Ora sta crollando su tutto quello che aveva detto. Però io spero in una rinascita. Ci devo sperare.insomma quando ha detto Dobbiamo collaborare. Ho immaginato  una mano tesa verso noi genitori. una mano che aveva lo scopo di aiutare i nostri figli.. Di dare continuità oltre quelle mura.
Voglio sperare. Ci devo sperare. Devo appigliarmi a quella mano per stare a galla.

Parliamo della religione?
Materia che è sempre facoltativa.. E noi avremmo deciso di farla frequentare al Ciccio . Se non che alla prima lezione il quaderno si apre con  Cos'è la religione? La maestra di religione
O_0
religione uguale alla maestra di religione? O suvvia questa ha qualche delirio di onnipotenza..ma taccio.sminuizzo.. Faccio tanto sano ommmm ommmm ommmm.. Respiro e spero di aver peso ne abbaglio.
Poi davanti ad un disegno di Ciccio la maestra dice "fa schifo" e bhe.. Parola che tutte le maestre dovrebbero dire nella loro carriera ad un paio di studenti.. Si giusto per ledere un pochino la loro autostima. Sia mai che poi crescono tutti bravi sti pargoletti.. Se non gli creiamo problemi anche gli psicologi poi non lavorano.. E insomma cerchiamo di rialzare l economia. Facciamola ruotare con le mie balle..si perché sono cresciute e ruotano...ma in silenzio.

Mamy tace. Prende il pargolo e lo conforta.. Si perché io la scuola non la mollo alla deriva, cerco di spiegare di collaborare. Mi riaggrappo a quella mano che mi è stata tesa. Che mi sa che l'ho vista solo io sta mano. Devo dormire di più la notte. Ho le visioni di giorno.. Vedo le oasi nel deserto.

Poi arriva l ennesimo  schiaffo..la maestra di matematica.. Che a detta non solo di mio figlio ma di altri bambini, ha suggerito a tutti di darsi tranquillamente del "rimbambito" quando sbagliano.
Ora a parte che se la cosa era detta in modo ironico , pure mia nonna che non masticava ne di psicologia n'è di pedagogia.. Sapeva che i bambini non hanno il senso dell ironia e del sarcasmo.
Eppure sta genia della pedagogia  ha ben pensato i suggerire sto nuovo sistema.. Viva i bambini che da oggi si insultano a gogo! E noi cretini che a casa stiamo a spiegare che certe parole fanno male, che non si è educati.. Tutto buttato al vento.


Ora queste sono le maestre. Mio figlio dopo due anni dicono ancora che è iperattivo..però un iperattivo strano che ha bei voti, che va bene a scuola..ma.. I misteri della psiche!
Io mi faccio di camomilla. Giro la ruota. Compro una vocale . E vado avanti...arriverà giugno.

3 commenti:

  1. Ecco il me sarebbe già partita la brocca, sarà che in questo periodo sono un po' suscettibile ma credo avrei fatto di loro, carne da macello.

    RispondiElimina
  2. Io dopo due anni mi sono arresa . Curo mio figlio cerco di parare dove posso e poi finché non succede qualcosa di grosso.. E li allora vado e le sbrano. Taccio e seguo mio figlio nella scuola e nelle materie con tanta pazienza. Cercando di tenerlo sereno il più possibile.

    RispondiElimina
  3. Non hanno beccato me come mamma:-)quella del rimbambito e da pigliarla a calci nei fondelli..mi ricordi che da piccina io e le mie sorelle 1 elementare..l' imsegnante di religione aveva l'abitudine di tirarci le orecchie fino a dietro la lavagna...a mia sorella sanguino così forte che mi alzai e scappai a dirlo a mia nonna...nonna Rosa ancora in vita e più ma vista di te e me...che camminava zoppa con bastone e lo scialle siciliano sempre con se...corse e lo bastono :-):-):-)

    RispondiElimina