sabato 16 luglio 2016

La donna propone la sfiga dispone..




Domenica scorsa il Ciccio  é Partito per la sua prima settimana da solo lontano da casa, con don e bambini oratorio. Allora la sottoscritta ha ben pensato di organizzarsi in modo tale da passare più tempo possibile con i piccoli, perché non capita spesso di potermi concentrare solo sui piccoli o solo sul grande di casa.. Mi sembrava carino dedicare del tempo solo per loro.

I primi tre giorni della settimana il tempo non ci ha per nulla agevolato, freddo e piogge. Così ci siamo organizzati facendo tutte le commissioni che avrei fatto il giovedì e venerdì, sì perché avevo pensato di fare due giorni di ferie per sbrigare commissioni, godermi i bambini , la spiaggia è questa strana estate..

Ma come sempre la donna propone la sfiga dispone..

Mercoledì  finisco di lavorare sistemo tutte le mie pratiche e vado a casa.. Tanto diluvia pure quel pomeriggio. Così casa, con l'idea che il giorno dopo ero in ferie e sarei andata al mercato con bimbi ed amica, pomeriggio in spiaggia e via  tutta organizzata fino ad arrivare a domenica quando il mio Ciccio tornerà dalla sua settimana di vacanza da solo.  Però come dicevo la donna propone la sfiga dispone..poco prima di cena, ero in casa sola con i bambini arriva mio suocero, gli chiedo se mi guarda i bambini che scendo in lavanderia a recuperare i panni che avrei stirato dopo cena..

Di casa sono uscita, il primo scalino a scendere lo feci... Furono gli altri che non ricordo bene come li feci... Scala bagnata, io con le infradito un poco consumate e via... un volo da idiota... Sono riuscita a mala pena a fermarmi aggrappandomi in qualche modo alla ringhiera.  Il dolore era fortissimo.. Ho pure fatto fatica a chiamare mio marito che stava al piano sotto in garage.. Ma alla fine un urlo mi è uscito..corre sulla prima rampa mi vede semi distesa su tre gradini  con un dolce " ferma cazzo che non so cosa hai pestato o rotto"
Le mie prime parole ? Una serie di parole che avrebbero sbiancato anche uno scaricatore di porto.
Comunque so donna e mi sono rialzata, trascinata in casa, non ho detto nulla al suocero ( se no si agitavano tutti) mi sono messa a letto e vi giuro piangevo dal male. Poi arreiva marito con ghiaccio e  crema.. 
Passano le ore e il dolore è sempre peggio non posso stare sdraiata, non riesco ad alzarmi, se lo faccio mi viene da svenire e da vomitare. 
Prendo un antidolorifico e si va tutti a nanna .. Nella speranza che il dolore per il colpo passi.

La notte la trascorro di merd... Non trovo mai una posizione per dormire, il dolore è sempre più forte e in un punto preciso..il coccige. Ad un certo punto sveglio mio marito.. Non sento più una gamba, poi la sento informi alta, poi gelata.. lì pure l'uomo di casa inizia a pensare che forse sto penando davvero dolori atroci.
Ci illuminiamo.. Ok, domani mattina pronto soccorso. Facciamo scendere tua madre e tua sorella con i bimbi, nel frattempo che arriva la babysitter..

-fine prima parte-

2 commenti: